AZIONI E PROPOSTE

Come prime azioni da porre all’attenzione di tutti gli stakeholders, privati e pubblici, riteniamo che si rendano immediatamente necessarie le seguenti iniziative:

  • Promuovere la realizzazione di un report annuale sullo stato dell’agrifood-tech nazionale

  • Organizzare due eventi annuali di incontro aperti a tutti gli stakeholders internazionali

  • Avviare azioni di comunicazione mirata per favorire la diffusione di proposte, best practices e conoscenza

  • Maggior allocazione di risorse di capitale alle startup italiane (sul modello di quanto fatto attraverso i fondi di fondi CDP Venture).

  • Creazione di centri di eccellenza con la massa critica per competere a livello globale (sul modello, ad esempio, di Wageningen nei Paesi Bassi)

  • Introduzione su vasta scala di voucher e incentivi per l’adozione del mercato professionale delle soluzioni esistenti di precision farming, food delivery, D2C, online grocery ecc., dove le startup italiane sono già in grado di esprimere significative posizioni di eccellenza.

Tali iniziative consentirebbero non solo di rendere l’Italia un player di primo rango nello sviluppo di nuove tecnologie e modelli, ma anche di apportare benefici a due cifre percentuali in termini di produttività, oltreché consentire al Paese di affrontare con maggiore robustezza le sfide economiche ed ecologiche che si faranno sempre più pressanti nei prossimi decenni.

Image by WantTo Create
Image by Levi Morsy

AGRIFOOD -TECH ITALIA

Un Ecosistema per il Futuro